Rubrica "Fede e Società"

Rubrica "Fede e Società"  · 09 dicembre 2019
Il Verbo si dispone ad essere dato alla luce in un corpo sensibile e in un percorso di vita, in un tempo e in luoghi diversi, in una lingua e in numerosi incontri, in una tradizione e in costumi particolari. Promessa straordinaria. Dio si è fatto uomo, ha assunto la carne umana. La storia effettiva di quell’uomo di Nazareth è stata riconosciuta come presenza reale del Figlio di Dio in mezzo a noi, per il nostro bene.

Rubrica "Fede e Società"  · 02 dicembre 2019
In questo nostro «abitare e lasciarsi abitare dalla differenza dell’altro», essere maschio e femmina non sono attributi da cui far scaturire visioni stereotipate di ruoli e comportamenti; sono, piuttosto, un patrimonio da mettere in comune, da trafficare per rendere più vero e fruttuoso l’incontro. Propongo questa chiave di lettura per contribuire ad una cultura che valorizzi l’integrazione armoniosa delle differenze.

Rubrica "Fede e Società"  · 25 novembre 2019
Si dica che l’unica rivoluzione non fallita del Novecento sia stata quella delle donne. Da allora l’umanità si guarda allo specchio in modo diverso. È andata in frantumi l’immagine dell’uomo come misura di tutte le cose. E forse anche l’homo vitruviano, perfettamente iscritto nel cerchio, da allora ha cominciato a sentirsi solo. Come un astronauta perso nello spazio.

Rubrica "Fede e Società"  · 18 novembre 2019
«È stato terribile. Non avrei mai immaginato che potesse accadermi una cosa simile! Da quel momento la mia vita è cambiata per sempre. Non sono più stato lo stesso. Niente è più come prima». Quando si parla di traumi, le persone si riferiscono spesso a un prima e a un dopo nella loro esistenza, a qualcosa che ha segnato un profondo cambiamento di vita: il trauma è un evento spartiacque.

Rubrica "Fede e Società"  · 11 novembre 2019
La solidarietà è il legame che tiene insieme le persone. Essa dipende dalla concezione che si ha della persona e della società. Esiste una visione laica di solidarietà e una visione religiosa. Ambedue convergono nel considerare la società in una prospettiva ‘organica’, nella quale vige una interdipendenza e una complementarietà tra le membra del corpo sociale.

Rubrica "Fede e Società"  · 21 ottobre 2019
I giovani capiscono abbastanza facilmente che il matrimonio deve diventare un’intima comunità di vita e di amore. Ma sono meno propensi a pensare che essa abbia come primo scopo quello di farli crescere nella loro umanità. Si sposano per diventare di più «persone umane», e più «capaci di relazioni umane costruttive». Ma cosa vuol dire crescere e realizzarsi?

Rubrica "Fede e Società"  · 14 ottobre 2019
Il matrimonio non può essere pensato come un fatto che si spiega solo con l’attrattiva amorosa e con la gioia che due giovani provano amandosi. Il matrimonio è una vocazione, si intende dire che si entra nel matrimonio perché si è chiamati da qualcuno: chiamati per svolgere una missione. La prima realtà da costruire sarà una «intima comunità di vita e di amore». Questa comunità sarà la «casa» dove abiteranno per tutta la vita. La casa vera.

Rubrica "Fede e Società"  · 07 ottobre 2019
Ma cosa vuol dire “vivere insieme”, e perché si vive insieme? È proprio così bello passare una vita intera sempre con la stessa persona, tra quattro mura, sempre le stesse, facendo più o meno le stesse cose, giorno dopo giorno, mettendo al mondo dei figli che danno più problemi che soddisfazioni, invecchiando insieme con i difetti e gli acciacchi che accompagnano la vecchiaia?

Rubrica "Fede e Società"  · 18 marzo 2019
La situazione esistenziale dell’uomo nel mondo contemporaneo è caratterizzata da una profonda inquietudine, dall’angoscia derivante dalla necessità di dare un senso alla propria vita rispondendo agli interrogativi che tormentano l’animo umano: «Chi sono io? Da dove vengo? Dove vado? Che senso ha la mia vita?».

Rubrica "Fede e Società"  · 11 marzo 2019
Il silenzio chiude la porta al mondo esterno e tutto rimane al di fuori. C’è solo la profondità del nostro essere. Viviamo in un mondo immerso nel fracasso e nel frastuono delle comunicazioni. La società in cui viviamo è bombardata da tanti rumori, tante distrazioni, tanti passanti che derubano il corpo, la mente, il cuore. Il silenzio ci atterrisce.

Mostra altro